Tra epigrafia e religione romana. Scritti scelti, editi ed inediti, tradotti e aggiornati

Prezzo di listino / Regular price €47,00

Tasse incluse / Include taxes

Autore: John Scheid
Anno edizione: 2019
Collana: Vetera, 22
Isbn: 978-88-7140-976-4
Materie: Epigrafia
Formato: 21,5x28
Pagine: 320

 

Sommario:

Premessa
Epigrafia e religione romana

EPIGRAFIA E RITUALE
Ex decretis prioribus nihil immutamus. A proposito del conservatorismo religioso dei Romani.
Dell’importanza di scegliere bene le fonti. L’esempio dei Ludi Secolari.
«Hoc anno immolatum non est». I rischi della voti.
La dedica di un altare di Vulcano tra obbligo votivo e manovra.
Il voto del legionario di Sulmona.
Il δεσμός di Gaionas. Osservazioni su una lastra iscritta del santuario degli dèi siriaci a Roma (IGUR 109).
Divieti e regolamenti nei banchetti sacrificali romani.

EPIGRAFIA RELIGIONE E SOCIETÀ
Comunità e comunità. Riflessioni su alcune ambiguità secondo l’esempio dei tiasi dell’Egitto romano.
Il tiaso del Metropolitan Museum (IGUR I, 160).
Epigrafia e identità religiosa o l’arte della traduzione.

RELIGIONE IN ITALIA E NELLE PROVINCE
Le Tabulae Pompeianae Sulpiciorum, testimonianze della vita religiosa quotidiana.
Attalus Noni M(arci) s(ervus). Un Treviro a Aesernia?
La pietà dei procuratori delle Gallie e delle Germanie.
Una Lex Sacra di Cartagine relativa al culto delle Cereri? Nuove osservazioni sui frammenti scoperti nella basilica detta di Carthagenna.

IL POTERE E I SUOI RITI
Nuovi dati sull’investitura di Claudio, Settimio Severo e Gordiano III.
L’investitura imperiale secondo i Commentarii degli arvali.
Gli Augustea e il culto degli imperatori. Riflessioni sui riti celebrati in questi luoghi di culto.

NUOVE ISCRIZIONI DEI FRATELLI ARVALI
Nuovi dati sui Fasti dei Fratelli arvali.
Due nuovi frammenti degli atti dei Fratelli arvali dell’anno 38 d.C.
Il monumento celebrativo della terza presidenza dei Fratelli arvali di Ti. Iulius Candidus Marius Celsus e C. Antius Aulus Iulius Quadratus.
Un nuovo frammento degli atti degli arvali dell’anno 186/7 d.C.
Il verbale degli arvali dell’anno 213 d.C. e l’arrivo di Caracalla a Nicomedia.

Bibliografia abbreviata.