Civiltà Romana III - 2016. Rivista pluridisciplinare di studi su Roma antica e le sue interpretazioni

Prezzo di listino / Regular price €40,00

Tasse incluse / Include taxes

A cura di: Anna Maria Liberati, Enrico Silverio
Anno edizione: 2017
Collana: Civiltà Romana, 3
Issn: 2421-342X
e-Isbn: 978-88-7140-897-2
Materie: Storia, Storia di Roma
Formato: 17x24
Pagine: 388

Direttore scientifico Anna Maria Liberati Comitato scientifico internazionale: Joshua Arthurs • West Virginia University, Morgantown Silvana Balbi de Caro • Bollettino di Numismatica, MiBACT, Roma – Museo della Zecca di Roma, IPZS Gino Bandelli • Università degli Studi di Trieste Marcello Barbanera • “Sapienza” Università di Roma Mihai Bărbulescu • Universitatea Babeş Bolyai, Cluj-Napoca – Accademia di Romania in Roma Giovanni Brizzi • “Alma Mater Studiorum” Università di Bologna Franco Cardini • Istituto di Scienze Umane e Sociali, Scuola Normale Superiore, Pisa Maddalena Carli • Università degli Studi di Teramo Juan Carlos D’Amico • Université de Caen Basse-Normandie Lucietta Di Paola Lo Castro • Università degli Studi di Messina Maurilio Felici • LUMSA, Palermo Philippe Fleury • Université de Caen Basse-Normandie Oliver Gilkes • University of East Anglia, Norwich Anna Pasqualini • Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Giuseppina Pisani Sartorio • Pontificia Accademia Romana di Archeologia, Roma Isabel Rodà de Llanza • Universitat Autònoma de Barcelona – ICAC, Tarragona Friedemann Scriba • “Hermann Hesse” Oberschule, Berlin Paolo Sommella • “Sapienza” Università di Roma – Istituto Nazionale di Studi Romani, Roma Heinz Sproll • Universität Augsburg Direttore responsabile: Enrico Silverio Il terzo volume offre un quadro cronologicamente vario sia di temi relativi a Roma antica che alle sue interpretazioni ed allo stesso tempo presenta per la prima volta una sezione speciale, composta di quattro saggi, per la ricorrenza del 90° anno dell’istituzione del Museo dell’Impero Romano. L’anniversario ha costituito anche l’occasione per proseguire nella pratica già adottata nei precedenti volumi, quella cioè di pubblicare numerosi documenti inediti. In questo caso si tratta di documenti relativi alla storia del Museo dell’Impero Romano ed agli anni giovanili e formativi di Giulio Quirino Giglioli, questi ultimi essenziali per comprendere la sua figura ed il suo ruolo nel panorama culturale italiano della prima metà del Novecento. Nella sezione ordinaria del sommario, per l’età antica la rivista presenta anzitutto un saggio dedicato alla narrazione eziologica virgiliana del principato augusteo ed al problema della qualità costituzionale e sociologica di quest’ultimo, mentre un secondo studio conduce dal centro ideale dell’Impero all’ambito provinciale ed in modo particolare al Marocco antico per illustrare il funzionamento di quella particolare porzione di Impero nella dinamica della produzione e degli scambi, soffermandosi sui principali siti archeologici della Mauretania Tingitana. Segue un contributo che si colloca cronologicamente nell’età di passaggio tra la tarda antichità ed i primi anni dell’alto medioevo e che intende analizzare la figura di Cassiodoro dal punto di vista della storia del restauro, evidenziandone la moderna sensibilità verso il passato che si manifesta, al livello della tutela dei monumenti antichi, nella scelta di assoluto equilibrio tra la conservazione-restauro dell’antico e la proiezione verso un mondo nuovo. Si colloca invece nel basso medioevo un successivo saggio dedicato all’uso delle allegorie di Roma da parte di Cola di Rienzo nelle lettere, nei discorsi ed in diversi supporti iconografici utilizzati dal tribuno e menzionati in modo particolare dall’Anonimo Romano. Infine si giunge all’età contemporanea con saggi che analizzano il ruolo di Augusto nella Mostra Archeologica del 1911 e la funzione dell’affresco incompiuto di Achille Funi Tutte le strade conducono a Roma, nonché – proseguendo in una linea di approfondimento già intrapresa nel precedente volume – alcuni aspetti del rapporto tra Roma antica e la cinematografia nord-americana.

Sommario:

Presentazione. Editoriale. Heinz Sproll, Aitiologische Narrative Vergils (70-19 v. Chr.) um die Res publica restituta des Augustus (63 v. Chr. - 14 n. Chr.). Sergio Rinaldi Tufi, Marocco antico. Dai re dei Mauri alla provincia romana di Mauretania Tingitana. Alessandro Pergoli Campanelli, Conservazione, tutela e restauro delle antichità: Cassiodoro e l’inizio dell’era moderna. Juan Carlos D’Amico, La rivolta di Cola di Rienzo: dalla Roma vidua alla Roma caput mundi. Enrico Silverio, Divus Augustus pater. Augusto, Roma, l’Italia e l’Impero nel Cinquantenario del Regno d’Italia. Flavia Marcello, All Roads Lead to Rome: the Universality of the Roman Ideal in Achille Funi’s incomplete fresco cycle for the Palazzo dei Congressi in EUR, 1940-43. Martin M. Winkler, Imperial Roman Architecture Made in Hollywood. Per il novantesimo anniversario dell’istituzione del Museo dell’Impero Romano Anna Maria Liberati, Il Museo dell’Impero Romano. La genesi, l’istituzione, lo sviluppo, la sorte. Friedemann Scriba, La romanizzazione dell’antichità nel Museo dell’Impero (1927-1939). Una tappa tra l’interpretazione nazionalista di materiali archeologici e la messa in scena olistica in senso fascista. Letizia Lanzetta, Momenti di vita del Museo dell’Impero Romano nelle carte d’archivio dell’Istituto Nazionale di Studi Romani. Enrico Silverio, 21 aprile 1927: l’inaugurazione del Museo dell’Impero Romano nella stampa quotidiana. Abstracts. Notiziario.