Uomo e ambiente nell’antichità. Testi e contesti fra gestione delle risorse e sfruttamento del territorio

Prezzo di listino / Regular price $27.00

Tasse incluse / Taxes included

A cura di: Margherita G. Cassia
Anno edizione: 2022
Collana: 
Communitas, 1
Isbn: 987-88-5491-304-2
e-Isbn: 978-88-5491-303-5
Materie:
 Filologia; Storia; Archeologia

Formato: 19 x 25
Pagine: 172


"Questo volume, con il quale si inaugura la Collana, costituisce la sede privilegiata per una raccolta di saggi di studiosi che, pur appartenendo a settori scientifico-disciplinari differenti – filologico, storico e archeologico, come si è detto –, si sono tuttavia concentrati su un filone di ricerca comune, declinandolo, però, secondo varie ma convergenti prospettive, frutto di competenze metodologiche e conoscenze approfondite e fra loro strettamente interrelate. Tale opera collettanea offre dunque proficui e molteplici spunti di riflessione pluridisciplinare e interdisciplinare in un vasto orizzonte geografico e cronologico che spazia dall’Africa romana all’Anatolia tardoantica, dalla Grecia classica all’Oriente bizantino, dalla Sicilia greca alla Roma imperiale. Questa vasta dilatazione nel tempo e nello spazio non solo consente di cogliere elementi di continuità e fattori di trasformazione, ma offre anche opportunità, concrete e fruttuose, di confronto dialettico fra approcci plurimi e diversificati.

Il volume concerne il rapporto uomo-ambiente, ar­gomento che in effetti ben si presta ad un’indagine multiprospettica, declinabile in mol­teplici sfaccettature: sfruttamento del territorio e delle risorse floro-faunistiche, impatto ambientale e danno ecologico, catastrofi naturali e cambiamenti climatici, paesaggi resi­lienti fra malattia, terapia e guarigione, tutte tematiche a largo spettro, affrontate da cia­scun componente della Sezione in una costante, sinergica e fruttuosa relazione osmotica fra documento e monumento, fra testi (grafici e/o iconografici) e contesti (naturali e/o antropizzati).

D’altra parte, in una prospettiva di lunghissima durata – che dal mondo antico giunge sino a quello attuale – i problemi ambientali contemporanei pongono inevitabilmente drammatici interrogativi sulle “crisi” ecologiche di epoche precedenti."

 

Sommario:

Margherita G. Cassia, Ambienti naturali e paesaggi antropizzati: prospettive per una ricerca interdisciplinare

Luigi M. Caliò, Paradeisoi e kepoi. L’arte politica del giardino in Grecia antica

Gaetano Arena, “Androclo e il leone”: per una contestualizzazione storica di un aneddoto edificante

Margherita G. Cassia, Risorse faunistiche e attività venatoria e piscatoria in Ponto e Cappadocia in età romano-imperiale

Antonella Conte, Racconti di viaggio in un ambiente ostile: l’esilio di Gio­vanni Crisostomo

Gioacchino Strano, Catastrofi naturali e pestilenze come segni divini nelle fonti storiche e letterarie bizantine (VI-IX sec.)

Orazio Portuese, I balnea di Nonio Attico. Epigr. Bob. 48 e una probabile remi­niscenza umanistica

Katerina Papatheu, L’Anagyris foetida. Note lessicografiche sul fitonimo αζώγερος

Indice dei nomi, dei luoghi e delle cose notevoli