La forma di una città

Prezzo di listino / Regular price €10,32

Tasse incluse / Include taxes

Autore: Julien Gracq
Anno edizione: 2001
Collana: Codici, 5
Isbn: 88-7140-190-5
Materie: Narrativa
Formato: 15x21
Pagine: 144

Insieme a Pierre Klossowski è l'ultimo sopravvisuto della grande generazione che produsse André Gide, André Malraux, Andrè Breton ecc. Agregé di storia, professore di letteratura, è noto in Francia per la perfezione dello stile. Dopo un passaggio per l'esperienza surrealista si è attestato su una scrittura lucida, colta e allusiva, senza compromessi, come senza compromessi - fino al punto di rifiutare il più prestigioso premio letterario del mondo, il PrixGoncourt, di cui è stato insignito nel '51 - è stato il suo rifiuto a farsi fotografare, ancora meno a farsi intervistare salvo rare eccezioni. Piero Sanavio e il musicologo Jean Guillou sono tra i pochissimi ad averlo incontrato e intervistato. E' tradotto in una quindicina di lingue, le sue opere più celebri: il romanzo onirico Le Chateau d'Argol, cui hanno fatto seguito Un beau ténébreux, Le Rivage des Syrtes, Un balcon en foret. Suoi drammi sono Le Roi Pecheur e Penthésilée, riduzione della tragedia di Kleist. In La forme d'une ville (La forma di una città), mai prima tradotto in italiano, la descrizione della città di Nantes è il filo d'Arianna per un'autobiografia culturale ed umana degli anni dell'adolescenza letti attraverso le suggestioni di 5 e più secoli di cultura francese e un'indagine nelle contradizioni dell'uomo. E' un testo di alta letteratura condotto in uno stile impeccabile. Per volontà espressa dell'Autore la traduzione è di Annuska Palme Sanavio, che già firmò la versione italiana del testo teatrale Le Roi Pécheur.

Sommario: