Stadium Domitiani

Prezzo di listino / Regular price €77,47

Tasse incluse / Include taxes

Autore: Antonio Maria Colini
Anno edizione: 1998
Isbn: 88-7140-128-X
Materie: Archeologia, Topografia antica
Formato: 24,5 x 35
Pagine: 168

Nel giugno 1943 nasceva questa pubblicazione di A.M. Colini, pietra miliare sia nella topografia del Campo Marzio centrale, in quel momento caratterizzato da una conoscenza chiave, sia nella evoluzione architettonica in ambito romano di una particolare categoria di edifici per lo spettacolo tipica del mondo grecizzato. L’analisi monografica del monumento campense consentì, infatti, di travalicare il semplicistico concetto della presenza di stadi a Pozzuoli e a Roma come uniche esemplificazioni dell’occidente romano causate dallo specifico cosmopolitismo di queste città: l’esegesi puntuale, invece, obbligò la discussione ad entrare nel significato che tali edifici ebbero nella politica edilizia di imperatori come Nerone e Domiziano, quando al desiderio di legare Roma alla tradizione ginnico-musicale greca con l’istituzione dei certamina quinquennali, di grande impatto popolare, fece riscontro la volontà di pianificare anche le sedi per tali competizioni. E sul fatto che si tratti di un intervento di respiro comprensoriale in cui la programmazione, direttamente ispirata dal potere centrale, assume significato urbanistico ancorché edilizio, basti ricordare come questo stadio dovesse costituirsi a sistema in un complesso che vedeva associata l’area termale verso Est (terme neroniane), la piscina a Sud-Est (stagnum Agrippae) e i teatri a Sud (Odeon di Domiziano e opera Pompeii).
Ristampa anastatica

Sommario:

Presentazione di Mario Petrucciani; Premessa di Paolo Sommella; Scavi e scoperte nell’area dello Stadio di Domiziano dal 1941 al 1950; Aggiornamenti di Paola Virgili; Stadium Domitiani, di Antonio Maria Colini; Introduzione; Vicende storiche; Topografia della zona; Descrizione degli avanzi; Ricostruzione; Confronti; Indici; Tavole.