Il Lazio prima di Saturno. Quando gli elefanti vagavano nella Campagna romana

Prezzo di listino / Regular price €12,00

Tasse incluse / Include taxes

Autore: Bruno Martinis
Anno edizione: 1995
Isbn: 88-7140-086-0
Materie: Archeologia
Formato: 17x24
Pagine: 128

Su Roma è stato scritto molto, ma ben poco sappiamo su quanto avvenne in passato, prima che arrivassero i Romani. Il territorio di Roma non è muto al riguardo e ci ha lasciato numerose tracce che parlano di una vita rigogliosa e di una attività naturale vivace fin dagli albori della sua nascita. Parte notevole della storia trascorsa da circa 2 milioni di anni fa all’avvento della Storia si ritrova vuoi nelle rocce affioranti alla base dei famosi colli di Roma, vuoi nei reperti fossili e nelle tracce lasciate dall’uomo e rinvenute nelle frequenti cave aperte un tempo un po’ dovunque. Il presente libro, scritto in forma piana e priva di quelle parole e concetti propri degli addetti ai lavori, ha quindi lo scopo di riportarci in un passato molto remoto, per riscoprire lo splendido paesaggio che i Romani scelsero per costruire quella meravigliosa città che ancora oggi tutti noi ammiriamo.

Sommario:

Premessa; 1. La geologia della città di Roma; 2. Il pliocene superiore del Lazio; 3. Il periodo geologico più vicino a noi: il quaternario; 4. I travertini del Lazio; 5. Le diatomiti romane; 6. L’uomo di Neandertal; 7. Il vulcanismo laziale; 8. L’antica idrografia del Tevere e le sue deviazioni nella campagna romana; 9. I monti cornicolanti; 10. Il monte Soratte; 11. I terremoti della capitale; Glossario; Bibliografia.