La culture polonaise des XVIe et XVIIe siècles dans le contexte européen

Prezzo di listino / Regular price €15,00

Tasse incluse / Include taxes

Autore: J. Tazbir
Casa editrice: Unione Internazionale degli Studi di Archeologia Storia e Storia dell'Arte in Roma
Anno edizione: 2001
Collana: Conferenze dell'Unione Internazionale, 18
Materie: Storia
Formato: 17x24
Pagine: 128

L'idea che le élites intellettuali occidentali si fecero della cultura polacca ha conosciuto nel tempo delle profonde modificazioni . La Polonia passava infatti agli occhi della comunità occidentale come un paese barbaro che solo di recente aveva conquistato la nobiltà culturale. La letteratura del XVI secolo è ricca tuttavia di tentativi tesi all'inserimento della cultura polacca nel più ampio quadro della cultura europea. Le manifestazioni di questa coscienza europea apparivano in particolar modo nella lingua. Tuttavia se bisognava ricercare nel XVI secolo le manifestazioni di una coscienza sociale europea quanto a ciò l'autore osserva come questa non fosse molto diffusa se non esclusivamente all'interno della ristretta cerchia degli intellettuali polacchi. Il volumetto pubblica il testo della XVIII "Conferenza dell'Unione" tenuta da Janusz Tazbir il 4 dicembre 2000 a Palazzo Corsini a Roma, nella sede dell'Accademia Nazionale dei Lincei, in via della Lungara.

Sommario:

Krzysztof Zaboklicki, Prefazione; Giovanna Brogi Bercoff, Introduzione; Avant- propos; Nous, les Européens; Les facteurs de l'intégration du continent; Entre la Renaissance et le baroque; Les traditions de la République pluriethnique; L'Orient et la culture sarmate; A la poursuite de l'Europe; L'attitude à l'égard de l'Autre; L'influence de la culture italienne en Pologne. Bio-bibliografia di Janusz Tazbir.