Mestre tra Ottocento e Novecento

Prezzo di listino / Regular price €20,66

Tasse incluse / Include taxes

Autori: C. Pasal, M. Pitteri
Casa editrice: Canova Edizioni
Anno edizione: 2003
Collana: Veneto immagini, 6
Isbn: 88-8409-095-4
Materie: Fotografia
Formato: 22x26
Pagine: 160

Opinione comune vuole che la nascita di Mestre come realtà urbana coincida con la creazione di Porto Marghera e l'annessione amministrativa a Venezia negli anni '20. Molti ricordano le forme degenerate di urbanizzazione tra gli anni '50 e '70 ma pochi sanno che Mestre fra fine '800 e inizi '900 fu polo industriale e nodo ferroviario, piazzaforte militare e centro abitato vivace, capace di darsi un volto ordinato e moderno, con quartieri di villette liberty, palazzi metropolitani, larghe strade e servizi progrediti. E anche dopo la fusione con Venezia, Mestre tentò sempre, con scarsa fortuna, di darsi un'identità urbanistica, processo ripreso in tempi recenti e tuttora in corso.

Sommario:

Una storia cittadina?; La "quasi città"; La transizione; Un antefatto industriale; Nodo delle comunicazioni, piazza militare; La prima città; Ceti dirigenti e sviluppo urbano; Moderne infrastrutture; Una piazza incompleta; Un biglietto da visita cittadino; Una società cittadina; il nuovo porto industriale; Le origini della nuova Mestre; La perdita dell'autonomia amministrativa; La "forma urbis"; Il piano del 1934; La piazza; Le Barche o piazza XXVII Ottobre; Altobello; Carpenedo; La terraferma attorno a Mestre; Il dopoguerra; Bibliografia.