Il teatro in Attica e Peloponneso tra età greca ed età romana. Morfologie, politiche edilizie e contesti culturali

Prezzo di listino / Regular price €72,00

Tasse incluse / Include taxes

A cura di: Marianna Bressan
Anno edizione: 2009
Collana: Antenor Quaderni, 12
Isbn: 978-88-7140-396-0
Materie: Archeologia
Formato: 21x29,5
Pagine: 472

2 voll. indivisibili


Fino a che punto i Greci accolsero nel proprio patrimonio tradizionale le espressioni culturali di matrice romana all'indomani della conquista del loro territorio? furono essi permeabili all'elemento straniero o lo respinsero, furono mai toccati alle radici dalla cultura dei nuovi dominatori, fino a che punto essa modificò mai l'essere greco? Domande di tale tenore animano ormai da due decennni le sempre più numerose ricerche storiche e archeologiche che tentano di interpretare i risvolti sociali e culturali dell'incontro, nella terra dei Greci e all'apogeo storico dei Romani, delle due civiltà antiche cardine del mondo occidentale contemporaneo. In volume di concezione strettamente archeologica, si concentra su uno dei manufatti più significativi dell'espressione culturale dei due mondi: il teatro. Chiariti i presupposti terminologici e i criteri impiegati nell'analisi morfologica, in primis si sono selezionati, in Attica e nelle regioni peloponnesiache, gli edifici teatrali attivi in età romana e se ne è ricostruita analiticamente la storia individuale, corredando ciascuna fase della relativa planimetria, per tenere sempre visivamente sotto cotrollo le trasformazioni del medesimo manufatto nel corso del tempo. Successivamente, attraverso la sistematica banca dati così costituita, è stato possibile individuare forme, modi e tempi di intervento sul teatro nel periodo storico della dominazione romana in Grecia, incrociare il dato archeologico con gli spunti derivanti dalla storia politica, sociale e culturale di quei territori e ottenere così un quadro suggestivo dell'entità, dei termini e forse anche delle motivazioni del divenire della cultura teatrale nella complessità del rapporto tra il teatro dei Greci, dei Romani e dei Greci romani.
Marianna Bressan è dottore di ricerca in Scienze Archeologiche presso l'Università degli Studi di Padova. Gli ambiti di ricerca che la riguardano concernono l'architettura romana, i fenomeni di interrelazione culturale con particolare attenzione alla Grecia romana e al Veneto in età romana, la valorizzazione del patrimonio archeologico. Ha al suo attivo numerosi scavi urbani a Padova (età pre-romana e romana), ha scavato a Gortina di Creta il teatro del tempio di Apollo Pizio; è attualmente responsabile dello scavo universitario della villa romana di Montegrotto Terme (PD).

Sommario:

Prologo: La Grecia, il teatro e la storia. I capisaldi metodologici: Criteri terminologici e tipologici per l'indagine delle architetture teatrali. I manufatti: I teatri antichi in Attica e Peloponneso. Analisi morfologica: L'evoluzione morfologica dei teatri attici e peloponnesiaci. Politiche edilizie, contesti culturali: La cultura del teatro nella Grecia romana. Epilogo: Il teatro dei Greci, dei Romani e dei Greci romani: dall'incontro alla contaminazione.