Gesto-Immagine. Tra antico e moderno. Riflessioni sulla comunicazione non-verbale

Prezzo di listino / Regular price €40,00

Tasse incluse / Include taxes

A cura di: M. Salvadori, M. Baggio
Anno edizione: 2009
Collana: Antenor Quaderni, 16
Isbn: 978-88-7140-424-0
e-Isbn: 978-88-7140-620-6
Materie: Archeologia
Formato: 21x29,5
Pagine: 116

"Nell'arco smisurato dei gesti, per molti ci manca la chiave, e... noi ci ritroviamo spesso nella situazione di dover indovinare dalla situazione manifesta il significato recondito del gesto". Scrive così Karl Robert nella sua Archäologische Hermeneutik del 1919, dando inizio ad una feconda linea di ricerca metodologica che pone al centro dell'attenzione lo studio e i significati del gesto. Gesti, posture ed atteggiamenti del corpo, strumenti privilegiati della comunicazione non-verbale anche quando passano dalla vita reale al mondo delle immagini, si fanno "rivelatori di significati quanto la parola pronunciata o scritta". Una volta scelti e fissati nell'immagine, i gesti diventano espressione di cultura, convenzione e codice. È su questo tema che si incentra la giornata di studi, organizzata ad Isernia nell'aprile 2007 presso la sede della facoltà di Scienze Umane e Sociali dall'Università degli Studi del Molise, dove si è privilegiato un approccio diacronico dal punto di vista cronologico ma, soprattutto, di carattere multidisciplinare. Accanto ai documenti trasmessi dall'antichità greca e romana, indagati sul piano delle fonti letterarie e iconografcihe, in una lunga sequenza si è volto lo sguardo attraverso il Medioevo sino ai giorni nostri, a quella Decima Musa, il cinema, che con un nuovo linguaggio ha, sin dagli albori, attinto alla forza comunicativa delle immagini antiche. Il volume Gesto-Immagine dà concretezza ad una piacevole occasione di scambio metologico tra studiosi di diversa formazione, su di un tema che si presenta di forte attualità in una società, come quella contemporanea, fortemente basata sulle immagini.

Sommario: