Riuso di monumenti e reimpiego di materiali antichi in età postclassica: il caso della venetia

Prezzo di listino / Regular price €50,00

Tasse incluse / Include taxes

A cura di: G. Cuscito
Casa editrice: Editreg
Anno edizione: 2012
Collana: Antichità Altoadriatiche, 74
Isbn: 978-88-97557-79-1; ISSN 1972-9758
Materie: Archeologia
Formato: 17x24
Pagine: 288

 

Sommario:

Diario. Introduzione ai lavori. Ipsa spolia docent, Gemma Sena Chiesa. Spolia epigrafici a Trieste, Aquileia e in Friuli, Claudio Zaccaria. Le fonti letterarie sul reimpiego in età antica, Lorenzo De Vecchi. Fonti giuridiche di età romana (I secolo a.C. - VI secolo d.C.) per lo studio del reimpiego, Yuri A. Marano. Il reimpiego ad Aquileia: problematiche aperte, Patrizio Pensabene. Forme di reimpiego dei materiali e di riuso del monumento nell'area delle ‘Grandi Terme’ di Aquileia, Marina Rubinick, Katharina Zanier, Elena Braidotti. Spolia da Iualia concordia. Alcune riflessioni di carattere metodologico, Elena Pettenò, Federica Rinaldi. Il gruppo dei Tetrarchi: una lettura del reimpiego, Ludovico Rebaudo. Reimpiego e rilavorazione di materiali antichi nella Venezia medievale: alcuni esempi, Myriam Pilutti Namer. Il reimpiego epigrafico a Venezia: i materiali provenienti dal campanile di San Marco, Lorenzo Calvelli. Marmi antichi nel monastero di Santa Giulia a Brescia, Francesca Morandini. Il reimpiego dell'antico della Padova medioevale: aspetti e significati del fenomeno, Giulio Bodon. Il riuso delle immagini in età tardo-antica: l'esempio del Buon Pastore dall'abito singolare, Fabrizio Bisconti - Matteo Braconi. Poster: Notizie antiquarie su alcuni reperti reimpiegati nella Venetia, Alessandra Gargiulo. “... il permesso d'avalersi della Pietra del Muro Gemini per erigere una Fabrica di Corami in Terzo...”. Frammenti di Aquileia scomparsa.